Ittiosi e pelle secca

Le Ittiosi sono un gruppo di malattie cutanee ereditarie che si manifestano alla nascita o nei primissimi mesi e persistono per tutta la vita.

Queste anomalie ereditarie della cheratinizzazione formano un gruppo eterogeneo di patologie caratterizzate dall'accumulo di squame con o senza infiammazione.

I quadri clinici sono estremamente eterogenei e con varietà dei geni coinvolti e una eziopatogenesi molecolare diversa.

Le principali forme d'ittiosi conosciute sono:

  • Ittiosi autosomica dominante detta anche ittiosi volgare, è la forma di ittiosi più frequente, la cute si presenta ricoperta di squame in particolare sulle superfici estensorie mentre sono risparmiate le pieghe. Può essere associata a cheratosi pilare. Si aggrava d'inverno e migliora in estate e con climi umidi;
  • Ittiosi X-linked, interessa solo i maschi. Si presenta nei primi mesi di vita con grandi squame di colore da giallo a bruno-nero su tutto il corpo (escluse le superfici palmari e plantari).

Le altre forme di Ittiosi sono molto più rare.

Il trattamento delle ittiosi deve essere commisurato all'intensità delle manifestazioni. Nelle forme lievi o moderate (Ittiosi volgare o X-linked) il trattamento emolliente è un importante presidio.

In qualunque forma di ittiosi, è consigliabile ridurre il numero di lavaggi. È consigliabile l'utilizzo di saponi nelle sole pieghe cutanee.

I prodotti emollienti vanno applicati due volte al giorno, specialmente dopo il bagno e massaggiati per almeno 10 minuti per una corretta idratazione mentre la cute è ancora umida.

Per rimuovere le squame nell'Ittiosi volgare, nell'Ittiosi X-linked e nell'Ittiosi lamellare, è utile applicare preparati che facilitano la desquamazione e l'esfoliazione della pelle.

  • La cute deve essere lavata con acqua non troppo calda.
  • Gli olii da bagno specifici - acquistabili in farmacia - sono da preferire ai comuni bagnoschiuma e docciaschiuma.
  • In presenza di ittiosi è preferibile il bagno alla doccia, poiché stando nell'acqua vengono rimosse più facilmente le «squame» tipiche della malattia.
  • Dopo la detersione cutanea è necessario asciugare accuratamente la pelle con panni di spugna ed evitare che residui di umidità favoriscano il proliferare dei batteri e miceti.
  • Dopo il bagno, ma anche più volte al giorno, è utile applicare prodotti emollienti.
  • I soggetti con ittiosi e in generale quelli con problemi di irritabilità cutanea, dovrebbero evitare capi di abbigliamento di fibre sintetiche o lana che siano direttamente a contatto con la pelle e optare invece per indumenti di fibre naturali come lino o cotone. In farmacia sono oggi disponibili prodotti tessili specifici per chi soffre di patologie cutanee.
State abbandonando il sito www.pelle-secca.it che contiene materiale promozionale autorizzato ai sensi della vigente normativa in materia di pubblicità sanitaria. Volete procedere? SI NO